Riparte il monitoraggio del brusone in Piemonte - Ente Nazionale Risi

archivio notizie - Ente Nazionale Risi

Riparte il monitoraggio del brusone in Piemonte

 
Riparte il monitoraggio del brusone in Piemonte

Grazie alla stipula dell’accordo istituzionale tra Regione Piemonte ed Ente Nazionale Risi dal titolo “Applicazione e validazione in campo di strumenti di supporto alle decisioni per la protezione del riso da Pyricularia oryzae in Piemonte”, nelle prossime due campagne verranno garantite le importanti attività atte al monitoraggio del brusone nelle risaie piemontesi.

Tale collaborazione, anche se con diverse forme, prosegue con ottimi risultati dal 2017 e la sua prosecuzione per altri 2 anni risiede nel riconoscimento, da parte di Regione Piemonte, dell’Ente Risi come partner dotato delle competenze tecnico-scientifiche in materia di gestione della difesa e delle pratiche agronomiche in risaia nonché della conoscenza approfondita delle realtà aziendali e del territorio interessato dall’infezione da brusone. A ciò si aggiunge la forte volontà di Regione Piemonte a garantire, in modo sempre crescente e capillare, la predisposizione e la diffusione di strumenti di supporto alle decisioni nei campi agronomico e fitopatologico al fine di incrementare il patrimonio di conoscenze e di strumenti operativi per la gestione ecocompatibile delle coltivazioni e per la razionalizzazione degli interventi di difesa fitosanitaria così come previsto dal Piano di Azione Nazionale sull’uso dei prodotti fitosanitari di cui al D.Lgs 22/01/2014.

Anche quest’anno lo studio vede la collaborazione della Fondazione Agraria Novarese che mette a disposizione il microscopio per le analisi e i captaspore per il territorio novarese mentre quelli istallati nel vercellese vengono messi a disposizione dalla Provincia di Vercelli e del Sig. Andrea Vecco

L’attività avrà l’obiettivo di approfondire le conoscenze riguardanti la razionalizzazione della gestione fitosanitaria del riso nei riguardi del brusone tramite un approccio metodologico integrato.

L'utilità di queste attività è ormai nota a tutti, nei nostri climi temperati la coltura del riso può essere pesantemente danneggiata da infezioni del fungo Pyricularia oryzae, agente causale della malattia nota come Brusone, distinguibile nei due principali episodi infettivi del “brusone fogliare” (solitamente visibile a fine giugno-luglio) e del “mal del collo” (agosto).

La comparsa e la diffusione delle infezioni sono fenomeni di non semplice previsione, essendo variamente correlabili a:

  • inoculo infettivo aereo;
  • condizioni meteorologiche;
  • resistenza varietale, caratteristiche pedologiche e territoriali;
  • pratiche agronomiche.

 

Lo studio permetterà di fornire all’utenza agricola piemontese un sistema integrato di supporto alle decisioni per l’ottimizzazione della gestione fitosanitaria del riso nei riguardi del brusone  concretizzato nella predisposizione di un bollettino diffuso attraverso mezzi multimediali (sms, piattaforme e siti web, servizi di divulgazione on-line) a tutti gli utenti agricoli piemontesi.

 

Maggiori info sul numero di giugno de "Il Risicoltore"

 

QUANDO VIENE PUBBLICATO IL BOLLETTINO: 

Le indicazioni che guideranno il risicoltore nello scegliere il momento più idoneo per lo svolgimento dei trattamenti fungicidi verranno diramate dal 15 giugno 2020 al 13 agosto 2020 ogni LUNEDÌ e GIOVEDÌ; l'ultimo bollettino sarà emesso il 17 agosto 2020. 

 

DOVE SI LEGGE IL BOLLETTINO:

Il bolettino è gratuito e verrà diffuso da Ente Nazionale Risi attraverso un sms inviato direttamente sul cellulare agli interessati. 

IL SERVIZIO SMS RIMANE ATTIVO PER TUTTI I DESTINATARI GIÁ RAGGIUNTI DAL BOLLETTINO NEGLI SCORSI ANNI.

 PER RICHIEDERE NUOVE PARTECIPAZIONI SI PUO':

  •  RECARSI NEGLI UFFICI ENR DI VERCELLI O NOVARA
  • INVIARE LA RICHIESTA A: s.silvestri@enterisi.it 
  • TELEFONARE AL 3667782826.

 

I bollettini verrà diffuso anche attraverso e-mail da Fondazione Agraria Novarese che contattata fan.novara@libero.it permette l'inserimento nella mail list.

 

Tutti i bollettini verranno pubblicati su:

 

 

COME SI LEGGE IL BOLLETTINO:

RISCHIO O - BASSOcondizioni scarsamente favorevoli all’insorgenza del brusone
RISCHIO 1 - MEDIO/BASSOcondizioni favorevoli all’insorgenza del brusone solo in presenza di un fattore predisponente (varietà sensibili, terreni leggeri, concimazioni abbondanti,..)
RISCHIO 2 - MEDIO/ALTOcondizioni favorevoli all’insorgenza del brusone in presenza di più fattori predisponenti (varietà sensibili, terreni leggeri, concimazioni abbondanti,..)
RISCHIO 3 - ALTO

condizioni estremamente favorevoli all’insorgenza del brusone.