Pubblicato il decreto del Napropamide - Ente Nazionale Risi

archivio notizie - Ente Nazionale Risi

Pubblicato il decreto del Napropamide

 
Pubblicato il decreto del Napropamide

Il Ministero della Salute autorizza con decreto dirigenziale del 9 aprile 2019 l'utilizzo del principio attivo Napropamide in risaia.

In allegato il decreto che autorizza per situazione di emergenza fitosanitaria ai sensi dell'art. 53 del 1107/2009 per 120 giorni questo principio attivo che sarà commercializzato con il nome di Devrinol F.

Il prodotto, alla terza autorizzazione eccezionale per la coltivazione del riso seminato in asciutta agisce con attività antigerminello sulle seguenti infestanti Alisme (Alisma spp.), Giavoni (Echinochloa spp.), Heterantera (Heteranthera spp.), Cyperus difformis, Panicum dichotomiflorum, Leptochloa fascicularis, Setaria viridis, Digitaria sanguinalis e

Polygonum lapathifolium.

Il prodotto deve essere applicato in pre-emergenza della coltura e delle infestanti su terreno preferibilmente umido, provvedendo altresì ad un’irrigazione (circa 10 mm d’acqua), se non sopravviene una pioggia entro 7-10 giorni dal trattamento, in modo da favorire l’incorporazione del prodotto nello strato superficiale del terreno ed assicurare la sua efficacia erbicida.

La dose indicata in etichetta è di 1,5 - 2,0 L/ha distribuiti con volumi di 100 - 500 litri d’acqua per ettaro, con l'accortezza di impiegare la dose inferiore sui terreni leggeri e/o ricchi di scheletro.

Al fine di completare lo spettro d’azione si consiglia di impiegare il prodotto in miscela con altri erbicidi residuali a diverso meccanismo d’azione.

Per garantire l'attività erbicida e la selettività è consigliata una buona preparazione del letto di semina in modo da operare su terreno perfettamente livellato e privo di zolle; effettuando le semine in maniera uniforme e regolare; assicurando una profondità di semina di almeno 2 - 2,5 cm.

Pubblicato il 
Aggiornato il