Denuncia di superficie 2018 - Ente Nazionale Risi

archivio notizie - Ente Nazionale Risi

Denuncia di superficie 2018

 
Denuncia di superficie 2018

 

AVVISO PER I RISICOLTORI

Modalità di invio della denuncia di superficie

Come di consueto l’Ente Risi invierà la richiesta di presentazione della denuncia di superficie alle caselle PEC di tutti i risicoltori.

La mail che ogni risicoltore riceverà nella casella PEC conterrà un link sicuro che gli permetterà di compilare direttamente (senza la necessità di usare codici o password) la propria denuncia, anche usando lo smartphone o un tablet.

Invitiamo i risicoltori ad utilizzare questa modalità, pensata per rendere meno gravosi i propri adempimenti burocratici, e a segnalarci eventuali problemi che dovessero rilevare, per consentirci di offrire un servizio migliore.

Quest’anno l’Ente ha dovuto modificare il modello della denuncia di superficie per tener conto di quanto previsto dal decreto relativo all’obbligo dell’indicazione del riso biologico nella denuncia di superficie stessa e dal decreto relativo alle condizioni per l’utilizzo del riso “CLASSICO”. Entrambi i provvedimenti non sono ancora stati pubblicati ma potrebbero esserlo nei prossimi giorni.

Nell’ipotesi in cui, i decreti venissero pubblicati per tempo, il risicoltore per ogni varietà seminata dovrà: 1) se si tratta di riso che si intende assoggettare al sistema di rintracciabilità del riso “CLASSICO”, cliccare sul relativo pulsante; oppure 2) se si tratta di riso “In conversione ad agricoltura biologica” o di riso “Biologico”, cliccare sui rispettivi pulsanti. 

Per tener conto di queste novità nella denuncia di superficie in formato cartaceo, anche allegata al “Il Risicoltore” del mese di giugno 2018, sono state inserite tre nuove colonne (“Classico”, “In conversione ad agricoltura biologica” e “Biologico”), nelle quali, se del caso, dovranno essere indicate con una “X” le superfici corrispondenti. Resteranno invariate le modalità di invio della denuncia (consegna ai nostri uffici, mail, spedizione postale).

I risicoltori che intendono aderire al sistema di rintracciabilità varietale per il riso che potrà fregiarsi del termine “CLASSICO” dovranno tassativamente entro il 20 luglio 2018:

  • consegnare agli uffici dell’ENR la denuncia di superficie (clicca qui per scaricare) contenente le indicazioni sopra riportate e l’istanza di adesione al riso “CLASSICO”, scaricando il modulo che è disponibile sul sito web dell’Ente (clicca qui per scaricare)

          oppure

  • compilare la denuncia di superficie tramite il portale web dell’Ente Risi, cliccando sul pulsante “Classico” per le varietà che si intende assoggettare al sistema di rintracciabilità varietale del riso “CLASSICO”; in questo modo l’istanza di adesione al riso “CLASSICO” verrà compilata in automatico dal sistema informatico e si potrà aggiungere facoltativamente i contatti  

     

    Entro il 31 luglio, l’Ente Nazionale Risi renderà disponibile sul sito web l’albo con i nominativi dei risicoltori che hanno presentato domanda di adesione al sistema di rintracciabilità del riso “classico”.