Cambogia: accaparramento della terra e triangolazioni con il Vietnam - Ente Nazionale Risi

archivio notizie - Ente Nazionale Risi

Cambogia: accaparramento della terra e triangolazioni con il Vietnam

 
Cambogia: accaparramento della terra e triangolazioni con il Vietnam

La Federazione del riso cambogiano (CRF) ha pubblicato un rapporto nel quale ha lanciato l'allarme che l'intero mercato dell’export cambogiano potrebbe essere distrutto dal flagello del contrabbando di riso.

Il rapporto, che illustra dettagliatamente una lista di problemi all'interno della stessa Federazione e del settore nel suo complesso, offre una panoramica sul malfunzionamento e la fragilità di un settore fondamentale per la società e l'economia della Cambogia. Nel 2017 le esportazioni sono aumentate del 17,3% rispetto all'anno precedente, attestandosi a circa 700.000 tonnellate, ma la Cambogia è ancora lontana dai livelli raggiunti da Vietnam e Thailandia che, nello stesso anno, hanno esportato rispettivamente 6 e 11 milioni.

Nel rapporto sono state sollevate preoccupazioni sull’utilizzo di marchi falsi, sulla manipolazione dei prezzi, sui conflitti di interesse nel consiglio della stessa Federazione, sulla mancanza di dati credibili, su favoritismi e sull'impatto del fenomeno dell’accaparramento della terra a danno degli agricoltori. È stata sollevata anche la questione relativa al contrabbando del riso vietnamita che, fino a poco tempo fa, era considerato un argomento tabù. Gli autori del rapporto sottolineano che il contrabbando di riso lavorato dal Vietnam, destinato poi alla riesportazione verso i Paesi terzi, vanifica gli sforzi per conformarsi alle norme di origine con il rischio da parte della Cambogia di perdere  l'intero mercato di esportazione.