Commissione Ue al Centro Ricerche - Ente Nazionale Risi

archivio notizie - Ente Nazionale Risi

Commissione Ue al Centro Ricerche

 
Commissione Ue al Centro Ricerche

Il 18 gennaio una delegazione della DG Trade della Commissione europea si è recata presso il Centro Ricerche sul Riso di Castello d’Agogna dove ha incontrato l’Ente Nazionale Risi, l’Airi e le Organizzazioni dei Produttori al fine di meglio comprendere la richiesta del Governo italiano di applicazione della clausola di salvaguardia nei confronti del riso importato a dazio zero dalla Cambogia.

Nella mattinata i funzionari della Commissione europea hanno visitato il Centro Ricerche, acquisendo informazioni tecniche utili per una conoscenza approfondita del settore e delle dinamiche di mercato, mentre nel pomeriggio si sono confrontati, prima, con l’AIRI e, poi, con le Organizzazioni dei Produttori sulle difficoltà che sta incontrando il settore a seguito dell’aumento esponenziale delle importazioni a dazio zero nell’Unione europea di riso proveniente dai Paesi Meno Avanzati (PMA), in particolare dalla Cambogia.

La delegazione della Commissione europea ha ascoltato con molta attenzione le preoccupazioni espresse dai rappresentanti della filiera e ha ammesso che il settore del riso presenta un certo grado di complessità che doveva essere sviscerato al fine di arrivare ad una corretta valutazione della richiesta italiana.

Nella giornata odierna la delegazione della Commissione ha visitato una riseria e un’azienda agricola al fine di approfondire sul campo quanto acquisito il giorno precedente.

"Adesso ci attende l'appuntamento di martedì 23 gennaio a Bruxelles, dove la filiera risicola europea dovrà rappresentare agli europarlamentari degli otto Paesi produttori di riso le proprie richieste per la difesa della risicoltura europea, richieste che dovranno concretizzarsi nell'incontro previsto per marzo, dove la Commissione dovrà relazionare al Parlamento europeo circa l'effetto delle importazioni a dazio zero nell’ambito del sistema delle preferenze tariffarie generalizzate, di cui fa parte il regime a favore dei PMA": così si è espresso Paolo Carrà, Presidente dell’Ente Nazionale Risi.